Bonus Acqua 2024: Incentivi per il Consumo Sostenibile e la Qualità dell’Acqua Potabile

Bonus Acqua 2024: Incentivi per il Consumo Sostenibile e la Qualità dell’Acqua Potabile

Il Bonus Acqua 2024 rappresenta un importante incentivo per promuovere il consumo sostenibile e la qualità dell’acqua potabile in Italia. Questo programma, prorogato dalla Legge di Bilancio 2022 fino al 2023, offre opportunità significative per coloro che desiderano migliorare la qualità dell’acqua che consumano, ridurre il consumo di contenitori di plastica e ottenere un risparmio economico notevole.

Bonus acqua 2024: a chi spetta e a quanto ammonta

Per accedere al bonus acqua bisogna acquistare e installare sistemi di:

  • filtraggio;
  • mineralizzazione;
  • raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare.

L’obiettivo primario del Bonus Acqua 2024 è razionalizzare l’uso della risorsa idrica, incoraggiando l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare. Questi interventi devono mirare al miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti.

La formula del bonus è allettante: un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute, inclusa l’installazione del sistema. Per le persone fisiche, l’importo massimo è fissato a 1.000 euro per ciascun immobile, mentre per gli immobili adibiti all’attività commerciale o istituzionale, gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali, l’importo massimo raggiunge i 5.000 euro.

Uno degli aspetti più interessanti di questo bonus è la sua duplice funzione. Oltre a contribuire al miglioramento della qualità dell’acqua, il programma elimina la necessità di acquistare acqua confezionata, promuovendo così la riduzione dell’uso di contenitori di plastica e supportando l’ambiente attraverso pratiche sostenibili.

Come accedere al bonus

Per accedere al bonus, è essenziale che le spese siano state sostenute nel corso del 2023. La finestra temporale per la presentazione delle domande si apre dall’1 febbraio al 28 febbraio 2024. La procedura può essere completata tramite l’area riservata nel sito dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione Servizi, categoria Agevolazioni, alla voce “Credito di imposta per il miglioramento dell’acqua potabile”. In alternativa, è possibile inviare la comunicazione preparata in un file conforme alle specifiche tecniche presenti nella scheda informativa.

Un aspetto da tenere presente è che le informazioni sugli interventi devono essere trasmesse in via telematica all’Enea, seguendo i tempi e le modalità indicate sul sito internet dell’ente.

In conclusione, il Bonus Acqua 2024 non solo incentiva la sostenibilità ambientale e il miglioramento della qualità dell’acqua potabile, ma offre anche un incentivo economico tangibile per coloro che scelgono di investire in sistemi che promuovono un consumo consapevole e responsabile delle risorse idriche. La sua proroga rappresenta un passo concreto verso un futuro più sostenibile e attento all’ambiente.

Seguici su Facebook 
Leggi altro nella sezione economia

Pubblicato da Flavio Troia

Ciao! Sono un tecnico informatico con esperienza multidisciplinare. Ho iniziato la mia carriera presso Radio Radicale, dove mi sono occupato di ripresa audio e video e gestione tecnologica. Successivamente, ho lavorato nell'assistenza clienti Vodafone 190, sviluppando competenze nell'interazione con il pubblico e nella risoluzione di problemi tecnici. Poi, come ITv Coordinator per MSC Crociere, ho gestito la TV interattiva e i sistemi televisivi di bordo, acquisendo capacità di gestione progetti in contesti multiculturali. Negli ultimi dieci anni, mi sono dedicato al social marketing, focalizzandomi principalmente su Facebook. Quest'esperienza mi ha permesso di specializzarmi nel marketing digitale e nell'engagement online. Al di fuori del lavoro, ho una passione per la cucina, sperimentando nuove ricette e condividendo piatti con amici e familiari. La mia formazione include una laurea in Linguaggi Multimediali e Informatica Umanistica presso l'Orientale di Napoli e un diploma di perito informatico. Sono appassionato di tecnologia, social media e linguaggi informatici, e sono sempre alla ricerca di nuove sfide e opportunità di crescita professionale. E #ForzaNapoliSempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *