Il PD perde consensi dopo l’elezione di Matteo Renzi a segretario

Chi pensava ad un exploit dopo l’elezione di Renzi a segretario si sbagliava. Il PD è in caduta libera, perde consensi e favorisce Grillo – Berlusconi.

Avete presente tutti quei sondaggi in voga nei vari Talk Show che descrivono il PD come primo partito in Italia? Dimenticateli. Il PD perde consensi dopo le primarie e le azioni di Matteo Renzi da quando è stato eletto segretario. La base è ormai stanca. Sono molti coloro che hanno deciso definitivamente di non votare più Partito Democartico dopo che per tanti anni lo hanno supportato. Si tratta degli elettori storici di sinistra. Se fino a qualche tempo fa questa fetta di elettori non aveva perso le speranze su una possibile sinistra Anti-Berlusconiana, sono stati letteralmente colpiti al cuore dalle ultime azioni di Matteo Renzi: il colloquio con Silvio Berlusconi e la conseguente  legge elettorale truffa senza preferenze con liste bloccate, praticamente un remake del porcellum.

Tutto questo si potrebbe tradurre molto presto in uno scontro al vertice tra Beppe Grillo e Silvio Berlusconi con il secondo favorito. Nel suo ultimo messaggio B. lo ha già annunciato: Forza Italia è di nuovo pronta a convincere milioni di elettori grazie ai quali porteremo a casa un’altra vittoria. Il magnate dell’imprenditoria italiana ne è convinto. Si tratta di corsi e ricorsi storici. Si tratta dell’ennesimo autogoal della sinistra italiana, per coloro che disinformati credano esista ancora. Se per tanti non si possa più parlare di destra e sinistra per i più la disinformazione è ancora imperante e si tende nonostante tutto a fare questa divisione anacronistica tra due schieramenti ormai del tutto simili.

Matteo Renzi è riuscito con la sua irruenza a convincere che il PD non va più votato, soprattutto coloro che non partecipando sul web non erano al corrente di tutti gli inciuci PD-PDL. La disinformazione totale, che in parte viene limitata quotidianamente dall’abile Beppe Grillo con il suo blog virale, potrebbe comunque ancora una volta vincere e far vincere chi non dovrebbe. Adesso ci si chiede che cosa farà il PD quando dovrà indirizzare il voto al ballottaggio che  quasi certamente vedrà come protagonisti Movimento 5 Stelle e Forza Italia. Probabile che dopo gli ultimi incontri tra Renzi e Berlusconi già conosciamo la risposta.

La verità assoluta è che il Movimento 5 Stelle ha dato uno scossone tale da imporre ai partiti una crisi da cui è difficile uscire. L’azione di PD e Forza Italia resta comunque limitata dai grillini che cercano quotidianamente di svelare imbrogli di un sistema che va ormai a rotoli e costringe sistematicamente i partiti a fare errori.

Il PD perde consensi FI li aumenta.

 Flavio Troìa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *