Terremoto Napoli: I video che impazzano sul web

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita nei pressi di Napoli e Provincia alle ore 18.08.

[banner]

Lo sciame sismico che continua a generare panico in tutta la provincia di Perugia forse non c’entra con quello di Benevento – Irpinia ma in qualche modo il terremoto si è trasferito a sud. La gente in questo momento si sta riversando nelle strade. Secondo i primi dati della rete francese sarebbe un sisma di magnitudo 5.2.Scossa non certo forte come quella del 1980 ma di sicuro è quella che più gli si avvicina.

L’epicentro è stato localizzato fra le province di Benevento e Caserta, a 10.5 chilometri di profondita’. Pochi minuti prima era stata avvertita nella stessa zona un’altra scossa, di magnitudo 2.7. Il sisma è stato avvertito in maniera netta e per diversi secondi anche nel Casertano e nel Salernitano. Notevole lo spavento con i muri e i lampadari che hanno ballato riportando la memoria indietro a quel 23 novembre del 1980. Presi d’assalto dalle chiamate i centralini dei Vigili del Fuoco. Già la notte scorsa, dopo le 2, l’Istituto di geofisica e Vulcanologia aveva localizzato un movimento tellurico magnitudo 2.6 e 2.4 al confine tra Irpinia e Sannio.


TERREMOTO A NAPOLI, EPICENTRO TRA CASERTA E BENEVENTO
– Forte scossa di terremoto sentita anche in Molise sia a Campobasso che a Isernia.Il sisma è stato avvertito con intensità soprattutto ai piani alti delle abitazioni in diversi quartieri di Napoli. La gente si è riversata in strada in varie località. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia dice che è di 2,7 a Napoli, di 4,9.

Una scossa sismica con magnitudo locale di 5.0 e’ stata registrata questa sera, pochi minuti dopo le 18, nel Casertano, nell’area del Sannio, a ridosso dei Monti del Matese. Profondità 10 km, riferisce la sala sismica dell’Istituto nazionale di geologia e vulcanologia, con area interessata in particolare Castello del Matese, San Potito Sannitico e Piedimonte Matese. La scossa e’ stata avvertita anche a Napoli. Pochi minuti prima era stata registrata una scossa con magnitudo 2.7 nell’area del Matese. Il secondo tweet dell’Ingv che annuncia la scossa tra Caserta e Benevento: Ml:4.9 2013-12-29 17:08:43 UTC Lat=41.37 Lon=14.45 Prof=10.5Km Prov=CASERTA,BENEVENTO

terremoto-napoli-caserta-benevento-4194634-7375876-4633923-7352709

Subito dopo la scossa, i centralini dei vigili del fuoco hanno ricevuto decine di chiamate, sinora soprattutto per ricevere informazioni tranquillizzanti o per segnalare danni di poco conto come la caduta di calcinacci da cornicioni di edifici. Le chiamate sono arrivate numerose dal centro storico del capoluogo campano, dove ci sono edifici piu’ vetusti.

 

Terremoto Napoli [VIDEO]

Fonti: Terremoto Napoli (Giornalettismo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *