Tanti Auguri Italiani, 2 settimane di festività utili solo alla casta

Tanti auguri Italiani: Paolo Zanotti con una lettera aperta invita alla riflessione. Queste due settimane di festività natalizie son servite solo a distrarci, ecco perchè..[banner]

Cari cittadini, ma verrebbe più consono chiamarci contribuenti, siamo appena entrati nell’anno 2014 ed ancor prima di farlo eravamo stati informati di tutte quelle tasse e controtasse che avremmo dovuto onorare. Le scelte di preferire l’una dall’altra come ordine cronologico sono quasi poche, anzi alcune hanno proprio scadenze improrogabili, anche perché altrimenti non deterremmo il primo nobile posto in Europa come Stato più tassato. Siamo pertanto invitati responsabilmente a contribuire a questi onerosi doveri, mettendo da parte quelli che eventualmente dovessero essere anche i nostri diritti, puntualmente in secondo piano, puntualmente di facciata! Infatti, a fronte di tutti i nostri versamenti economici, pardon, tributi, vantiamo una qualità di vita sociale superlativa, scuole all’avanguardia, servizi pubblici ai livelli scandinavi, delinquenza e disoccupazione appena marginali, si insomma, quando si parla di noi; siamo il “bel paese”…..  Stranamente però, si è anche parlato di un popolare incremento emigratorio del 30%, chissà poi perché? Ma siamo o no il “bel paese”???

Probabilmente, a conti fatti e, ai tempi d’oggi, nonostante un saggio orientale che stabiliva: “chi parte sa da cosa fugge, ma non sa cosa trova”,alcuni italiani, con le residue risorse economiche salvate dai sempre nuovi e fiorenti tributi italiani, hanno preferito addentrarsi nel mare delle incertezze, delle improbabilità, piuttosto che continuare a lavorare tranquillamente nelle loro delocalizzate aziende, aspettando magari poi, di godere della loro agognata pensione, o facendo shopping per i mercatini rionali all’ultim’ora, risparmiando ulteriormente! Mah!? Questi italiani non si accontentano mai, sono incontentabili!!!! Non bisogna guardare la casta, i politici sono cittadini a parte, loro le tasse le inventano, le creano, di notte non dormono per rendere civile e funzionante un paese bello come il nostro, e pensare che qualcuno dice che sono privilegiati, poverini, ma ci pensate non dormire la notte…

Sfiderei chiunque a non dormire la notte per 15/20 mila euro al mese di stipendio, però poi penso: chissà se chi avrà da pagar tasse tutta una vita riuscirà a dormire la notte, ma??? Forse, se non gli avranno pignorato il letto… Auguri a tutti gli italiani che: non hanno tanti risentimenti, non hanno valigie pronte, non hanno null’altro che le loro umili e oneste tasse da pagare, sperando che arrivando alla fine dell’anno uscendo dalla crisi in modo definitivo, ci saranno rimasti un po’ di euro da donare ai paesi sottosviluppati, ma intanto, gli aiuti li dobbiamo aspettare noi dalla signora Merkel…..

Tanti auguri Italiani! Le balle del Governo Letta sulla Diminuzione delle RC Auto.